Menu

Ritorno con l’appuntamento della rubrica FARM 2ª per affrontare principalmente l’aspetto di come sia utile “condividere” sul web.

Purtroppo i molti impegni non mi hanno permesso di mantenere fede alla periodicità che avevo dato alla seconda versione della rubrica FARM che, a questo punto, vi proporrà i suoi articoli in virtù di interessanti argomenti da trattare e del tempo che avrò da dedicare a questa particolare rubrica.

Vi sarà quindi una discontinuità che però vi proporrà periodicamente articoli tematici interessanti.

Condivisione web, perché vale così tanto?

L’impresa che sceglie di utilizzare il web per veicolare le proprie informazioni deve tenere ben presente che oggi quegli stessi contenuti possono essere condivisi sui Social Network generando viralità e quindi visibilità.

Molti siti aziendali vengono realizzati con CMS che offrono le stesse caratteristiche di quelli dedicati all’ambiente editoriale. Il blasonatissimo WordPress – nato originariamente per gestire i Blog – oggi è la piattaforma più diffusa al mondo non solo per gestire l’offerta delle notizie in ambito editoriale ma anche per la realizzazione di siti d’impresa.

Un contenuto pubblicato all’interno di un CMS può venire facilmente condiviso sui Social Network semplicemente copiando l’indirizzo web della pagina. Che siano vostri lettori, vostri clienti o semplicemente navigatori della rete che apprezzano i vostri contenuti, chi condividerà la vostra notizia genererà una tracciabilità importante per voi. Infatti potrete utilizzare questa tracciabilità per quantificare il successo di quello specifico contenuto, di quell’articolo, di quella promozione o di qualunque cosa rappresentasse il testo pubblicato in internet.

Come quantificare le azioni di condivisione web?

I vari CMS possono essere arricchiti nelle loro funzionalità da un’infinita varietà di Plug-In. Quello che vi presento oggi è uno di quelli pensati per la condivisione dei contenuti pubblicati nel proprio CMS.
Il Plug-In in questione è il blasonato Shareaholic.

Shareaholic in effetti fa molto di più rispetto alla semplice gestione facilitata delle condivisioni e di seguito vedremo quali sono queste caratteristiche aggiuntive.

Innanzitutto, però, partiamo dal cuore dell’argomento: le condivisioni.

Condividere con Shareaholic

ImprendiNews – Rubrica FARM 2ª di Carlo Filippo Follis – Fra discontinuità e condivisione web / Bottoni flottanti ShareaholicQuesto Plug-In, completamente gratuito, vi permetterà di fruire di funzionalità base e di funzionalità evolute che verranno attivate se creerete un account su Shareaholic.com. La necessità di creare un account e quindi di legarsi a un servizio esterno è dettata dal fatto che molti dei dati che giungeranno al vostro sito saranno filtrati e organizzati dal sistema creato da Shareaholic.

A molti non piace vincolare il proprio sito web, o portale, a servizi esterni. Purtroppo di questi tempi risulta quasi inevitabile per tutta una serie di funzionalità evolute.

Shareaholic vi permetterà quindi di collocare nel vostro portale dei bottoni di condivisione dei contenuti che potranno essere collocati nelle varie pagine in base alle vostre preferenze. Potrete scegliere di collocare questi bottoni prima o dopo il contenuto. In alternativa potrete scegliere – come abbiamo fatto noi – di utilizzare i bottoni flottanti così da averli sempre visibili sulla sinistra del monitor in una collocazione comoda e non invasiva.

I bottoni flottanti sono una di quelle caratteristiche dipendenti dall’obbligatorietà di creare un proprio account su Shareaholic.com. Nel momento in cui si conclude l’azione della condivisone comparirà un messaggio di cortesia che ringrazierà chi ha scelto di condividere e, in quella finestra, compariranno anche i vari pulsanti Social che voi avrete potuto impostare in base alle vostre Pagine o Profili affinché il vostro utente possa seguirvi, raggiungervi, anche sui Social Network.

Una caratteristica estremamente importante di Shareaholic è rappresentata dalla possibilità non solo di discriminare l’organizzazione dei bottoni di condivisione in base a differenti modelli di pagina web, ma consente anche di diversificare la loro impostazione fra pagina web destinata a computer desktop anziché pagina letta tramite sistemi mobile come smartphone o tablet.
Come se non bastasse i bottoni di condivisione sono completamente personalizzabili graficamente e cromaticamente affinché si fondano meglio nell’immagine coordinata del portale.

Un’interessante curiosità

Shareaholic vi consente di scegliere se volete mostrare oppure no il totalizzatore delle condivisioni. Noi abbiamo scelto di attivarlo così da avere, e da dare, l’immediata percezione dell’interesse manifestato rispetto all’articolo.

La cosa interessante è che il totale mostrato in home page non vi da il gran totale di tutte le condivisioni fatte sul portale, bensì quel valore si riferisce unicamente al numero delle condivisioni della vostra pagina principale.
Ciò significa che il successo della vostra comunicazione andrebbe quantificato sommando tutti i totali di tutte le pagine generate dal vostro CMS.

Attivare o non attivare il contatore?

Scegliere se attivare o meno il contatore delle condivisioni dipenderà solo da voi. Noi lo abbiamo attivato per avere e per offrire, come abbiamo detto prima, una immediata idea di quanti hanno gradito quel dato contenuto.

Non temete i numeri piccoli perché nella vastità del web anche i numeri piccoli contano. Anzi, sono quelli che stimoleranno gli altri visitatori a condividere a loro volta e quindi a rendere più alto quel valore che inizialmente, e inevitabilmente, è sempre basso.

Le funzionalità aggiuntive di Shareaholic

Chi ha concepito questo Plug-In non ha solo voluto creare uno strumento di condivisione di contenuti che per altro risulta gratuito, ma ha anche voluto immaginare come poter guadagnare – e quindi garantirvi il servizio – nonché farvi guadagnare.

Potrete infatti scegliere di inserire all’interno del vostro portale pubblicità, banner e link commerciali come quelli che vi propone Google nelle sue pagine di ricerca.

Nella bacheca – dashboard – di Shareaholic.com avrete anche la possibilità di visualizzare il rendimento economico proveniente dalla pubblicità inserita tramite il Plug-In.

Scegliere di inserire degli strumenti di guadagno nel portale non significa dover adottare tutti quelli proposti da Shareaholic. Poterete infatti scegliere fra le varie proposte: banner, link sponsorizzati etc.

Scegliere o non scegliere di “sporcare” il proprio portale attraverso la pubblicità?

La prima risposta risiede nella natura del vostro portale. Se tramite la vostra realtà web promuovete un’attività imprenditoriale vendendo, ad esempio, cuscinetti a sfera, sembrerà certamente inopportuno collocare dei banner o dei link commerciali che poco hanno a che fare con un sito d’impresa.

Se invece gestite una realtà web che vive tramite internet o perché vende informazione, o perché offre servizi gratuiti o ancora di assistenza, vedasi gli enti no profit, allora può avere un senso attingere da questa risorsa. Questo sempre che la vostra decisione non vada in conflitto con scelte simili fatte in precedenza.

In conclusione

Il punto focale restano le condivisioni che Shareaholic gestisce molto bene.

In un’epoca in cui i Social Network fagocitano in maniera esuberante ed eccessiva i nostri pensieri, cercare di condividere i contenuti del nostro Io web significa restituire molto valore alle pagine che ci rappresentano e che con impegno gestiamo quotidianamente.

Fare impresa oggi significa anche adeguarci ai nuovi modelli di business, la condivisione è parte integrante di questi nuovi sistemi attraverso i quali possiamo reclutare clienti, lettori, potenziali collaboratori e forse anche partner.

La condivisione è una forma attuale di realtà web ed è forse anche lo strumento più economico per diffondere la nostra immagine, il nostro brand, nella sterminata realtà di internet.

Share.

About Author

Carlo Filippo Follis

Sono nato il 25 febbraio del 1963 ed a 23 anni ho coronato il mio primo sogno d'impresa: un'attività commerciale che durò per circa vent'anni. Dopo un periodo sabbatico fondai nel 2009 Ideas & Business S.r.l. che iniziò la sua opera come incubator di progetti. Nel 2013 pensai di concretizzare un sogno editoriale: realizzare un network di testate online. ImprendiNews.com è la prima testata attiva dal 1º maggio 2014. Altre già pensate e realizzate prenderanno vita pubblica nei prossimi mesi. Per ora scrivo per passione come per passione ho sempre lavorato per giungere alla meta.

Partecipa

  • Leave A Reply

  • Commenti su Facebook

  • Commenta tramite Google+

    Powered by Google+ Comments