Menu

Intervista a Giorgia Andreuzza, architetto a Noventa di Piave, Venezia

0

Giorgia Andreuzza come architetto si occupa di design e arredamento di locali. È anche Assessore al Turismo della Provincia di Venezia.

Entrando nel Laboratorio Uno, lo studio dell’Arch. Giorgia Andreuzza, sono colpito dal design essenziale e raffinato: qui il bello e l’utile sono di casa. Il bello è proporre un design artigianale e su misura per i locali dell’intrattenimento e dell’ospitalità. L’utile è la funzionalità di ogni dettaglio all’uso quotidiano dei locali commerciali.

D: Giorgia, quanto conta la qualità e l’unicità nel tuo modo di arredare?

ImprendiNews – Laboratorio Uno, Architetto Giorgia Andreuzza

L’Architetto Giorgia Andreuzza nel suo studio Laboratorio Uno.

R: Oggi in tutti i settori creare qualcosa di unico e di elevata qualità è sicuramente un punto di forza, ma il raggiungimento richiede un grande sforzo. Nel mio caso queste due componenti non riguardano solo la parte tangibile, e cioè l’uso di materiali, tecnologie, colori … ma riguarda anche la capacità di trovare format vincenti che risultano unici e di qualità perché riescono a creare “situazioni” particolarmente belle difficilmente ripetibili.

D: Proponi ai clienti soluzioni su misura e funzionali alla loro attività. Quanto è importante la dimensione artigianale del tuo lavoro?

R: Laboratorio Uno unisce arte, artigianato, architettura e già questa è una caratteristica italiana che da sempre ha esaltato le grandi maestranze, realizzando prodotti unici e con una grande attenzione ai dettagli.
Io sono veneta e provengo da un territorio altamente produttivo e turistico. Mi piace definirmi un architetto a volte artigiano e a volte stilista. Il riconoscimento dello stile di Laboratorio Uno non sta nella sola distinzione tra moderno, minimalista, classico ed etnico, ma ne esce spesso un prodotto che ha contaminazioni diverse. A volte ci porta contemporaneamente in Paesi diversi, perché ciò che sta al centro è l’emozione che si riesce a creare in un contesto che può essere un ambiente o una location esterna. Proprio la suggestione e l’emozione date dall’atmosfera si riconoscono nei progetti Laboratorio Uno, creando armonia tra linee e composizione e con importanti tocchi di luce. La mia è una formazione artistica: per me progettare e vedere la realizzazione di un lavoro è come fare un quadro.

D: Quali sono le nuove tendenze nella progettazione di locali come bar, pub, ristoranti e locali di intrattenimento?

R: Questi sono tutti luoghi che hanno bisogno di creare una certa magia. Il successo sta nel creare le condizioni tali per cui le persone che li frequentano stiano davvero bene, possano socializzare e il più possibile entrino in gioco il coinvolgimento di tutte le loro percezioni sensitive. Lo stile armonioso, l’acustica, illuminazione, i materiali, i colori diventano elementi che creano insieme il locale. Oggi pur creando ambienti eleganti, utilizzando anche elementi preziosi, la tendenza è verso una certa informalità.

D: Come riesci a conciliare le esigenze di praticità dei gestori dei locali e il desiderio di divertimento e appagamento della loro clientela?

ImprendiNews – Laboratorio Uno, Architetto Giorgia Andreuzza

Salenero Risthostaria, un locale arredato dall’Architetto Giorgia Andreuzza.

R: Riuscire in questa conciliazione è sicuramente la mia più grande soddisfazione finale.
Quando il progetto viene portato a termine anche nella sua fase esecutiva, inizia la parte operativa, e cioè si vede concretamente il riscontro di gradimento da parte di chi frequenta l’ambiente appena realizzato. Se si tratta di un locale pubblico, trascorro i primi giorni dell’apertura nell’osservare i clienti, come si comportano e cosa esprimono dal punto di vista emozionale. La soddisfazione più grande è constatare che sono riuscita a creare un luogo di aggregazione e che questi luoghi diventano quasi intimi per i clienti. Il committente, durante il percorso della realizzazione aumenta la fiducia nei miei confronti creando una sorta di dipendenza anche per alcune scelte complementari che proseguono dopo l’avvio dell’attività.
Leggere i commenti positivi da parte dei clienti sui siti internet o social network diventa davvero appagante soprattutto perché esprimono sensazioni che vogliono estendere e questo è un segno reale che il progetto ha fatto centro.

D: La luce è importante per creare un’atmosfera particolare e rilassante. Cosa ne pensi?

ImprendiNews – Laboratorio Uno, Architetto Giorgia Andreuzza

Caffè Roma, un locale arredato dall’Architetto Giorgia Andreuzza.

R: La luce è un elemento fondamentale e molto complesso su cui lavorare. Che sia luce naturale o artificiale essa diventa parte del progetto talmente importante da riuscire a condizionarne l’effetto finale. La luce è quell’elemento che riesce ad esaltare gli oggetti, creare ombre e luci. Nella scelta della luce vi sono molte tonalità di calore, fascio e intensità. E’ proprio attraverso la progettazione della luce che si raggiunge l’atmosfera desiderata. La luce ha anche un’influenza emotiva sulle persone, pertanto anche il posizionamento di una lampada o di una candela è essenziale per creare suggestione.

D: Abbiamo parlato di qualità, accoglienza e appagamento dei clienti. In quanto Assessore provinciale al Turismo, come valuti l’offerta dell’ospitalità e del divertimento in Provincia di Venezia e in Veneto?

R: La Provincia di Venezia da almeno un decennio ha consolidato il suo trend positivo il merito alle Presenze e arrivi nel turismo, vantando un posizionamento di Provincia leader per presenze a livello nazionale. Sicuramente i fattori sono molteplici, ma un grande merito va alla nostra imprenditoria che in modo lungimirante ha investito in questo settore e la nostra gente ha nel DNA la bellissima qualità di essere persone accoglienti, che amano il divertimento e la vita socievole, che ci tengono a valorizzare tutte le peculiarità nella nostra offerta che oltre al patrimonio culturale e ambientale vanta di una grande offerta enogastronomica a cui si accompagna una lunga storia e tradizione.

D: Quali sono le priorità del turismo a livello locale e nazionale?

R: Credo di poter rispondere a questa domanda in modo forse ovvio, e cioè che abbiamo a livello mondiale un patrimonio artistico, culturale naturale molto attraente, ma il turismo, in particolare a livello nazionale, ha sempre avuto un ruolo di “cenerentola” a cui sono mancate coraggiose azioni e investimenti in grado di rendere il turismo il “valore” prioritario del nostro paese. La cosa che serve maggiormente è avere la convinzione di voler puntare in questo settore, in tutto il livello nazionale, creando rete e una strategia forte verso i mercati di interesse. Se su questo fronte non ci diamo una mossa rischiamo di perdere terreno in merito alla competitività, perché oggi sono moltissimi i paesi che hanno capito che il settore del turismo è uno dei pochi settori continuamente in crescita a livello mondiale e noi potremmo avere una posizione di vantaggio ma da troppo tempo abbiamo pensato di vivere di rendita, mentre in realtà il mercato del turismo è dinamico, veloce e ha bisogno di un costante lavoro sul mercato, in particolare oggi in cui il web apre finestre in tutto il mondo con un clic.

In conclusione

Grazie Giorgia per questi approfondimenti molto importanti.

Share.

About Author

Alessio Del Zotto

Sono un consulente web e blogger. Appassionato di informatica e web sin dalla giovane età, sono esperto di web marketing e ho conseguito un Master in Studi Europei al Collegio d’Europa di Natolin in Polonia. Ho esperienza in ambito assicurativo e mi interessano il marketing, le tecniche di vendita e il business coaching. Il mio lavoro mi ha portato ad approfondire l’uso delle tecnologie informatiche destinate al settore alberghiero e all’organizzazione del lavoro. Penso che lo sviluppo parta dall’innovazione, dalla motivazione, dalla costanza nel perseguire i propri obiettivi e dalla creatività.

Partecipa

  • Leave A Reply

  • Commenti su Facebook

  • Commenta tramite Google+

    Powered by Google+ Comments